Bionda Simone

""

Simone Bionda è nato a Zurigo nel 1974. Studia Letteratura italiana, Filologia romanza e Filosofia antica presso l’Università di Friburgo (Svizzera), dove si laurea nel 1999 e dove discute una tesi di dottorato, diretta da Edoardo Fumagalli, su Bernardo Segni traduttore della Poetica di Aristotele (2014), poi pubblicata con il titolo Poetica d’Aristotile. Tradotta di greco in lingua vulgare fiorentina da Bernardo Segni gentiluomo et accademico fiorentino (Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2015). Tra 2001 e 2003 è ospite del Dipartimento di Studi sul Medioevo e il Rinascimento dell’Università di Firenze, grazie a una borsa del Fondo nazionale svizzero della ricerca scientifica. Ha pubblicato diversi saggi brevi sulle traduzioni aristoteliche di Bernardo Segni, del quale ha curato la voce per il Dizionario Biografico degli Italiani (Roma, Istituto della Enciclopedia italiana, 2018, vol. 91). Alla “questione della lingua” ha dedicato il saggio: Il “nodo” del ‘Dialogo della lingua’ attribuito a Niccolò Machiavelli, «Interpres», 28 (2009). Per l’editore Salvioni ha curato, con Franca Verda Hunziker, il volume Primavera laica. Radici intellettuali delle libertà dei Moderni (2010) e gli atti di due incontri di studio promossi dal Club Plinio Verda: Giuseppe Rensi. Politica e filosofia tra Svizzera e Italia (2013) e La stampa d’opinione in Ticino (anni ’50-’80). Dall’apogeo al declino  (2018). Attualmente insegna italiano presso il Liceo cantonale di Bellinzona.

Libri autore