Mutti Mariarosa

""

Mariarosa Mutti nasce a Cerro Maggiore (Milano) nel 1952. Comincia a realizzare opere a matita, perlopiù ritratti, allorquando frequenta il liceo artistico, all'inizio degli Anni Settanta. Nel 1973 incontra Federica Galli, che le insegna la tecnica dell'acquaforte. Lo stesso anno viene insignita del Premio nazionale di Grafica Diomira. Diviene la stampatrice di Federica Galli, compiendo parallelamente gli studi universitari. Nel 1976 si laurea in Architettura al Politecnico di Milano. Nel 1986 espone le sue incisioni alla Galleria Gianferrari, con la presentazione di Mario De Micheli, e in altri noti spazi. Nel 1979 inizia a esporre al di fuori dell' Italia, nella Svizzera francese. Accanto all'acquaforte, tecnicamente appaiono nei suoi lavori la puntasecca e il colore (1983). Nel 1986 presenta per la prima volta le sue opere grafiche a Lugano. A due riprese, nel 1983 e nel 1984, vince la Borsa Federale Svizzera di Belle Arti. Nel 1987 viene presentata in una personale a Parigi la sua opera pittorica. Dal 1987 al 1991 soggiorna per alcuni periodi in Piemonte, ai piedi del Monte Rosa. Oltre all'incisione, utilizza nuovi media. Acquarello, pastello, collage. Nel 1988 realizza una serie di Monotipi. Nel 1991 si trasferisce in Ticino. Parallelamente alla creazione artistica, svolge programmi didattici richiesti da Scuole e Musei, e promuove attività di gruppo rivolte a donne in cui opera unendo danza-musica-pittura. Nel 2015-16 è, come artista, curatrice dell'esposizione a scopo didattico “L'albero della gioia” al Museo Villa dei Cedri a Bellinzona. Espone una serie di ultimi lavori alla chiesetta di San Protaso al Lorenteggio, Milano. Vive a Breganzona, Canton Ticino.

Libri autore