• 0 Items - CHF 0.00
    • Nessun prodotto nel carrello.

CHF 24.00

Per una storia della viticultura ticinese

Pagine : 128


Fotografie: 40


Formato: 16×23 cm


Lingua: Italiano


ISBN: 978 88 7967 256 6


PDF: Flyer di presentazione

Share

Informazioni autore

l libro di Carlo Castagnola è importante perché grazie a una paziente e attenta raccolta di testimonianze ci consente di seguire il lungo viaggio compito attraverso i secoli dalla viticoltura nelle nostre terre. Castagnola ha riunito, compiendo un minuzioso lavoro di spoglio, una grande mole di attestazioni sulla coltivazione della vite nelle terre ticinesi, partendo dal Medioevo per giungere sino ai giorni nostri. Leggendo le oltre 100 pagine di questo volumetto – precedute da una densa Prefazione di Marino Lepori, collaboratore scientifico dell’Archivio di Stato del Cantone Ticino, veniamo così a conoscere come veniva coltivata la vite, quali erano le qualità più diffuse, in che modo si procedeva alla vinificazione e quali erano i metodi di conservazione del vino. Lo studio di Castagnola ci informa inoltre sulle malattie che rovinarono i nostri vigneti nel XIX secolo e sui problemi che i nostri viticultori dovettero affrontare nelle varie epoche. Il libro si conclude infine spiegando i motivi che nel corso degli ultimi cento anni hanno portato all’affermazione del Merlot. Carlo Castagnola (Lugano, 1925-2000), ingegnere agronomo della Scuola politecnica federale di Zurigo, fu insegnante alla Scuola agraria cantonale di Mezzana, direttore della Cantina sociale di Giubiasco, membro di diverse Commissioni viti-vinicole federali, autore di studi scientifici sul Merlot.